Autunno alla Badia di Orvieto

“Come d’autunno si levan le foglie

l’una appresso dell’altra, fin che ‘l ramo

vede alla terra tutte le sue spoglie,

similmente il mal seme d’Adamo

gittansi di quel lito ad una ad una,

per cenni come augel per suo richiamo”

Così il sommo poeta Dante Alighieri descriveva l’autunno, stagione antipatica a molti, ma ricca di strepitosi prodotti naturali, che solo in questo periodo trovano la loro massima espressione. Ovviamente funghi e tartufo la fanno da padrone, senza dimenticare la bontà delle olive appena raccolte e portate al frantoio, le prime bruschette e la cacciagione. Qui di seguito potrete vedere il nuovo menù per la stagione autunnale del ristorate “La Badia” di Orvieto